L’Economia tedesca in calo: il settore dei servizi non salva

L’Economia tedesca in calo: il settore dei servizi non salva
Germania

La Germania sta affrontando una situazione economica più preoccupante di quanto si fosse inizialmente previsto. Secondo le recenti previsioni sul Prodotto Interno Lordo (PIL) tedesco, si prevede un declino significativo, superiore all’1%. A fornire queste informazioni è stato Cyrus de la Rubia, l’economista capo di Hcob. A differenza delle speranze iniziali, il settore dei servizi sembra incapace di sostenere l’economia tedesca. Questa situazione ha avuto un impatto diretto sull’euro, che ha perso lo 0,2% rispetto al dollaro, con un tasso di cambio attuale di 1,082. Allo stesso tempo, i titoli di Stato dell’Eurozona hanno registrato un aumento significativo.

A conferma di ciò, l’indice PMI del settore manifatturiero tedesco ha registrato una crescita, raggiungendo 39,1 punti ad agosto, mentre l’indice dei servizi ha registrato un calo, attestandosi a 47,3. L’indice composito, che rappresenta una media ponderata dei due settori, ha raggiunto il suo livello più basso degli ultimi tre anni, scendendo a 44,7.

S&P Global ha osservato che l’economia tedesca ha subito il suo peggior calo degli ultimi tre anni ad agosto. Cyrus de la Rubia ha sottolineato che il settore dei servizi sta entrando in una fase di recessione simile a quella del settore manifatturiero. Attualmente, le previsioni sul PIL indicano un declino dell’economia tedesca di quasi l’1%. De la Rubia ha anche menzionato la possibilità di stagflazione, una situazione in cui si verifica un aumento dei prezzi unitamente a una stagnazione della crescita economica.

Tuttavia, non tutto è negativo. De la Rubia si è mostrato ottimista riguardo al settore manifatturiero, suggerendo che potrebbe esserci una luce in fondo al tunnel e che la recessione industriale potrebbe raggiungere il suo picco.

Infine, l’impatto degli indici PMI sulla moneta unica europea è evidente. L’euro ha subito un effetto negativo, mentre i bond hanno guadagnato slancio a causa del rallentamento imprevisto del settore dei servizi. Cosa succederà nei prossimi mesi è difficile da dire, ma sembra che la Germania stia affrontando un periodo particolarmente delicato, al quale sarà sicuramente in grado di reagire nel migliore dei modi.