Gottardo chiuso: il Tunnel delle Alpi mostra la sua fragilità!

Gottardo chiuso: il Tunnel delle Alpi mostra la sua fragilità!
Traforo Gottardo

La situazione attuale dei collegamenti tra l’Italia e la Svizzera è estremamente critica, a causa delle recenti chiusure del tunnel del Gottardo. Questo evento ha scosso profondamente l’intera regione, mettendo in luce la delicatezza dell’attraversamento delle Alpi.

Il sistema di trafori, che rappresenta il principale mezzo di attraversamento delle Alpi, ha dimostrato la sua fragilità, non solo con la recente interruzione del tunnel del Gottardo, ma anche con le difficoltà riscontrate nel tunnel del Frejus e nel Monte Bianco. Entrambi i tunnel hanno subito importanti problemi, con il Frejus che è stato interrotto a causa di una frana in territorio francese e il Monte Bianco, la cui manutenzione è stata ritardata a causa di accordi tra Roma e Parigi.

La chiusura del tunnel del Gottardo è stata decisa dalle autorità svizzere a causa di una crepa di 25 metri, dalla quale sono caduti detriti sull’asfalto. Inizialmente, è stata annunciata una chiusura “a tempo indeterminato”, con il traffico reindirizzato sulla A13 del San Bernardino e sul passo del San Gottardo. Questa situazione ha causato un notevole aumento del traffico, con conseguenti ingorghi stradali. Tuttavia, sembra che questa chiusura possa non durare a lungo, poiché gli operai sono già al lavoro per ripristinare la galleria entro la fine della settimana o all’inizio della successiva. Nonostante ciò, la regione del Ticino teme l’isolamento, con uno dei canali della galleria ferroviaria chiuso da un mese a causa di un deragliamento di un treno merci che ha danneggiato i binari per oltre 7 chilometri.

Anche il tunnel autostradale del Gottardo richiede manutenzione, ma i lavori sono stati ritardati per evitare ulteriori interruzioni. Tuttavia, è interessante notare che questa chiusura del Gottardo coincide con il giorno in cui i veicoli pesanti hanno iniziato a attraversare nuovamente il Frejus, che ha così ripristinato un certo equilibrio al traffico rispetto al Monte Bianco. Infatti, negli ultimi quindici giorni, il Monte Bianco ha visto il passaggio di 5.000 veicoli al giorno. Di fronte a questa situazione, Roma e Parigi stanno discutendo la costruzione di una nuova galleria vicino a quella storica del Frejus, un progetto che potrebbe migliorare notevolmente i collegamenti con la Francia.

Infine, è importante sottolineare che l’eventuale influenza del tunnel del Gottardo sul traffico del Monte Bianco è improbabile, in quanto si tratta di percorsi completamente diversi. Ogni anno, milioni di mezzi pesanti e treni attraversano i valichi alpini. In termini di traffico merci, la Svizzera movimenta 10 milioni di tonnellate su strada e 28 milioni su ferro, mentre con la Francia le cifre sono di 43 milioni su gomma e 3 milioni su rotaia. Questi numeri evidenziano l’importanza vitale di garantire collegamenti efficienti e sicuri tra i due paesi, al fine di favorire lo sviluppo economico e la crescita delle regioni interessate.