Bitclout italia, Blog

BitClout: La visione

L’ispirazione per BitClout

Oggi pensiamo che ci siano diversi problemi con i social media:

  • C’è stata relativamente poca innovazione riguardo al modo in cui i creatori monetizzano. La maggior parte dei creatori guadagna molto meno di quanto dovrebbe sulle piattaforme esistenti, ammesso che guadagnino qualcosa.

    • Le aziende dominanti hanno tagliato fuori gli sviluppatori di terze parti. Gli operatori storici hanno bloccato l’accesso esterno ai loro dati e 

qualsiasi nuovo prodotto sviluppato da un parvenu viene rapidamente clonato e imbullonato ai fossati dei dati degli operatori storici. Riteniamo che questo abbia significativamente soffocato l’innovazione di prodotto e la concorrenza nei social media.

L’ispirazione per BitClout dipende da un’intuizione chiave: se riesci a combinare correttamente la speculazione monetaria con i social media, non solo ti ritroverai con un nuovo prodotto che crea modi innovativi per monetizzare i creatori, ma finirai anche con un modello di business completamente nuovo che risolve questi problemi e non si basa sugli annunci.

Per raggiungere questo obiettivo, BitClout si ispira a Bitcoin ed Ethereum. Queste piattaforme hanno adottato un ecosistema fondamentalmente chiuso, vale a dire il sistema finanziario tradizionale, e hanno dimostrato che la creazione di un’alternativa più aperta su cui chiunque può costruire potrebbe aumentare significativamente la concorrenza e l’innovazione. Bitcoin ed Ethereum non hanno fossati di dati da proteggere. In effetti, più sono aperti e più persone ci costruiscono sopra, più valore matura per i possessori di Bitcoin ed Ethereum. Questi progetti hanno mostrato, per la prima volta, che le piattaforme dominanti potrebbero essere costruite attorno a una comunità con dati aperti piuttosto che a un’azienda che avvantaggia gli azionisti a spese di tutti gli altri. Abbiamo pensato: e se lo stesso modello che sta decentralizzando il sistema finanziario potesse essere applicato per decentralizzare i social media?

Cos’è BitClout oggi?

Oggi pensiamo che BitClout sia fondamentalmente due cose:

  • Un nuovo tipo di social network. Se hai usato BitClout, sai che è come Twitter ma con un nuovo tipo di strumento di monetizzazione per i creatori chiamato “monete dei creatori”. Con BitClout, ogni creatore ottiene una moneta che chiunque sulla piattaforma può acquistare e vendere, che sblocca molti modi innovativi per i creatori di monetizzare e consente loro di creare relazioni più profonde con i propri follower. Le monete del creatore sono solo l’inizio, tuttavia, e puoi saperne di più sul lato prodotto di BitClout qui .

  • Un nuovo tipo di blockchain. Abbiamo deciso di creare BitClout da zero come una propria blockchain personalizzata. Ha un’architettura simile a Bitcoin, ma reimmaginata per supportare un social network. BitClout non è un’azienda, non ha una scheda e non c’è un CEO: è solo codice che viene eseguito sui nodi di Internet proprio come Bitcoin. Ogni profilo, post, follow, ecc… è archiviato su una blockchain pubblica a cui tutti nel mondo hanno accesso, rendendola una piattaforma totalmente aperta che ha il potenziale per risolvere i problemi che i social media hanno oggi.

La visione definitiva

Oggi, un post inviato a Facebook o Twitter appartiene a queste società, piuttosto che al creatore che lo ha pubblicato. E di conseguenza la monetizzazione va prevalentemente a queste società.

Al contrario, BitClout archivia tutti i suoi dati su una blockchain pubblica, il che significa che chiunque nel mondo può eseguire un “nodo” che espone il proprio feed curato. Oggi, bitclout.com gestisce uno di questi nodi e il suo feed evidenzia il contenuto crittografico. Ma non c’è motivo per cui altri giocatori “verticalizzati” non possano entrare nel mercato per creare feed che sono particolarmente adatti a curare. Ad esempio, immagina se ESPN gestisse un nodo che curasse un feed dei migliori contenuti sportivi. O se Politico gestisse un nodo che curasse un feed dei migliori contenuti politici. Inoltre, poiché BitClout è completamente open-source, questi giocatori potrebbero persino personalizzare la loro interfaccia utente e creare algoritmi personalizzati per classificare gli influencer e i post in un modo che serva il loro specifico cliente target.Pensiamo che questo ci sposterà rapidamente da un mondo in cui una manciata di colossi controlla i feed dominanti a uno in cui i consumatori avranno migliaia di feed tra cui scegliere, ognuno con il proprio focus specifico.

Inoltre, l’archiviazione di tutti i dati su una blockchain pubblica fa sì che, con un ingegnere, chiunque possa costruire un’esperienza sui social media competitiva con gli operatori storici esistenti. Non si può sopravvalutare la misura in cui questo riduce la barriera all’ingresso per la creazione di nuovi prodotti di social media. Diventa possibile per gli editori esistenti creare banalmente app ed esperienze social come adiacenze dirette al loro core business e consente per la prima volta ai nuovi arrivati ​​di innovare su un piano relativamente uniforme con i megacorps. Confrontalo con oggi, dove la creazione di un’app social competitiva richiede generalmente la creazione di un fossato di dati da miliardi di utenti.

La parte migliore è che chiunque gestisca un nodo per curare il proprio feed contribuisce anche con i dati al pool pubblico di profili, post, follower, ecc… che è archiviato sulla blockchain pubblica. Un post o un like sul nodo di ESPN può essere visualizzato sul feed di Politico. Un post realizzato in Cina può essere visualizzato su un feed in esecuzione su un nodo in America e viceversa. E con ogni nodo in esecuzione, più contenuti vengono restituiti al pool di dati globale archiviato sulla blockchain, rendendo ogni altro nodo della rete più potente e più coinvolgente per gli utenti. In un certo senso, BitClout può risolvere un problema di azione collettiva tra editori più piccoli: invece di essere costretti a contribuire a un pool di dati di proprietà privata controllato da una megacorp che non è allineata con loro,gli editori più piccoli possono ora contribuire a un pool di dati pubblico che nessuno controlla e dal quale non verranno mai disintermediati.In questo modo possiamo passare da un mondo in cui i dati sono una risorsa pesantemente protetta e di proprietà privata a uno in cui sono più simili a un’utilità accessibile a livello globale su cui chiunque può costruire.

  • È importante sottolineare che esiste un forte incentivo per gli editori a restituire i dati alla blockchain perché non farlo dissuaderebbe i migliori creatori dal voler pubblicare su di essi. Dopotutto, perché dovresti pubblicare su una piattaforma chiusa che possiede esclusivamente i tuoi dati quando potresti pubblicare sulla blockchain e avere il tuo post immediatamente disponibile per ogni nodo/feed in esecuzione su Internet?

Riteniamo che tutto quanto sopra possa offrire ai creatori una portata senza precedenti e una relazione più diretta con i loro follower rispetto a quanto è stato loro offerto con le piattaforme esistenti. Ma la portata è solo una faccia della medaglia: l’altra è la monetizzazione.

Le monete dei creatori stanno già cambiando il gioco in termini di come i creatori monetizzano su Internet, ma sono solo l’inizio. Poiché BitClout è nativo del denaro e open-source, chiunque nel mondo può iniziare a sperimentare nuovi modi per monetizzare i creatori.Ad esempio, immagina che un importante creator voglia iniziare a offrire contenuti premium in cambio di un abbonamento mensile. Tutto ciò che serve è che una persona su Internet crei questa funzionalità e l’intera base di utenti di BitClout vi accede immediatamente. Lo stesso vale per altre funzionalità come una casella di posta in cui i creatori possono essere pagati per i post di Reclout o per rispondere ai messaggi dei loro follower. E questo vale per altre cose come il rilevamento di contenuti dannosi o l’eliminazione dello spam, dove i migliori ricercatori di machine learning al mondo possono creare soluzioni, con accesso all’intera gamma di dati, senza chiedere il permesso, non importa dove si trovino. BitClout non è un’azienda, è un protocollo su cui il mondo intero può basarsi in modo collaborativo, che crediamo creerà alla fine ancora più modi per sbloccare il vero potenziale dei creatori,e riportare la concorrenza e l’innovazione sui social media.

Inoltre, poiché BitClout è nativo per il denaro, emergono nuovi segnali che possono essere utilizzati per classificare i contenuti in modo più efficace. Ad esempio, il primo esperimento lanciato dagli sviluppatori di BitClout è stato quello di classificare i commenti in base al prezzo della moneta del commentatore. Sorprendentemente, questo meccanismo di ranking estremamente semplice ha già prodotto risultati che riteniamo competitivi con le piattaforme centralizzate. Classificare i messaggi in base al prezzo delle monete aiuterà a ridurre significativamente lo spam per gli influencer in un modo davvero unico per BitClout, e questo è ancora solo l’inizio. Immagina cos’altro verrà costruito dal “Segnale Clout” una volta che il mondo intero inizierà a contribuire a BitClout.

Infine, pensiamo che sia importante ricordare che abbiamo progettato BitClout da zero in modo che gli incentivi del sistema lo mantengano decentralizzato, anche a lungo termine. I creatori hanno un forte incentivo a pubblicare direttamente sulla blockchain, piuttosto che su un’entità centralizzata che trattiene il loro contenuto dalla blockchain. E non c’è praticamente alcuna possibilità per gli sviluppatori perdono l’accesso ai dati o API, perché tutti i dati sono sul blockchain, e che già hanno tutti i dati quando corrono un nodo. Confronta questo con le tradizionali società di social media, che iniziano ad aprirsi per creare un effetto di rete e poi chiudono l’accesso dopo aver costruito un fossato di dati vincente.Inoltre, non sei decentralizzato se hai una società e un CEO che gestisce lo spettacolo, e questa è una grande ragione per cui gli sviluppatori originali operano in modo anonimo. Non vogliamo che ti affidi al nostro giudizio; vogliamo che inizi a prendere decisioni su dove dovrebbe andare la piattaforma come comunità. Con BitClout, non esiste un’entità aziendale che darà la priorità agli interessi degli azionisti rispetto a quelli della comunità, c’è solo la comunità e tutti sono allineati dal fatto che tutti possediamo BitClout e Creator Coins.

Con il tuo aiuto, speriamo di trasformare la blockchain di BitClout in una forza positiva duratura per l’umanità che possa riportare la concorrenza e l’innovazione su Internet. Internet è iniziato come una cosa fondamentalmente decentralizzata, ma siamo in un punto della storia in cui le cose si sono concentrate e in cui innovare è più difficile di prima. Dopo aver riflettuto molto negli ultimi anni, siamo convinti che il pendolo tornerà indietro verso il decentramento, forse in modo permanente, e tutti noi abbiamo l’opportunità di farne parte. Una nuova generazione di applicazioni che il mondo intero può costruire in modo collaborativo, sbloccando il pieno potenziale dell’ingegno umano.

@diamondhands

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *